Oro e Bitcoin invertire la direzione come salto dei rendimenti del Tesoro

Il valore dell’oro e del Bitcoin ha invertito la direzione martedì scorso, poiché gli aumenti delle emissioni del Tesoro hanno spinto i rendimenti più alti. I prezzi dell’oro hanno visto il più grande calo in un solo giorno degli ultimi sette anni, dopo aver raggiunto nuovi massimi storici superiori ai 2.000 dollari.

L’oro ha visto il più grande calo di un solo giorno in sette anni con l’aumento dei rendimenti del Tesoro

Il prezzo dell’oro è aumentato in modo sostanziale, poiché i tassi reali negativi sui titoli del Tesoro hanno mandato gli investitori in paradisi fiscali. Di recente, tuttavia, sono stati resi noti forti dati economici e il Tesoro ha annunciato nuove emissioni in altre categorie di titoli.

Entrambi gli eventi hanno spinto i rendimenti in territorio positivo e hanno fatto crollare i prezzi dei metalli preziosi. Michael Widmer, della Bank of America Merrill Lynch, ha dichiarato:

Oggi i tassi reali si sono chiaramente mossi verso l’alto e questo è chiaramente ciò che ha fatto scendere l’oro. I dati dell’IPP erano più forti e credo che quando quei dati sono usciti il mercato abbia dato un’altra occhiata ai tassi e alle aspettative.

L’estrema volatilità vista di recente nel mercato dei metalli preziosi non è usuale. Generalmente considerato un bene rifugio sicuro, l’oro raramente vede cambiamenti giornalieri superiori al 2-3%.

L’aumento dell’oro di oltre 2.000 dollari la scorsa settimana è stato estremamente rapido. Il calo di martedì, che ha riportato i prezzi a 1.910 dollari, è stato il più brusco calo intraday da giugno 2013.

Il movimento fuori dal territorio negativo ha spinto l’oro e il Bitcoin più in basso

Anche altri beni rifugio hanno visto forti movimenti negativi durante il trading di martedì. Bitcoin in particolare ha perso oltre il 4%, passando da oltre $11.900 a poco meno di $11.400.

Durante il calo, il sostanziale aumento dei mercati azionari può indicare che il Bitcoin si è disaccoppiato dalle azioni. Ciò indicherebbe che il mercato sta vedendo il Bitcoin più come un deposito di valore rispetto a prima. Il fatto che il Bitcoin abbia seguito anche il declino dell’oro si aggiunge a questa teoria.

Se il Bitcoin si disaccoppiasse veramente dai mercati azionari, probabilmente seguirebbe l’oro nel movimento dei prezzi. Questo sposterebbe la narrazione degli aggiustamenti di prezzo del Bitcoin nei prossimi mesi, in particolare con la pubblicazione dei dati economici.

Se l’economia comincia veramente a migliorare e i rendimenti aumentano, il mercato dell’oro perderà probabilmente vigore. Questo, con la forza del valore del dollaro all’estero, potrebbe spostare anche il Bitcoin in negativo.